Qual è il costo medio di un montascale per 1 piano? 

Qual è, in media, il costo di un montascale per un piano? Se lo chiede chi necessita di un montascale per percorrere una semplice rampa di scale, o poco più. La speranza, infatti, è che il prezzo sia in qualche modo proporzionato alla lunghezza del percorso. È veramente così?

Ne parliamo in questo articolo, fornendo allo stesso tempo una panoramica di questo prezioso dispositivo, offrendo qualche informazione sulle tipologie in commercio le quali, è proprio il caso di dirlo, sono modulate anche in base al numero di piani che il montascale deve percorrere.

Montascale: definizione, tecnologia, tipologie

Attorno al termine montascale ruota qualche fraintendimento. Infatti, il senso comunque spesso e volentiere assegna a questo termine un significato ampio, che comprende tutti i dispositivi finalizzati al trasporto di persone da un piano all’altro, o che come minimo permettono a chi lo utilizza di evitare le scale. 

In realtà, “montascale” indica una specifica classe di dispositivi. Può essere considerata come una poltroncina collegata a un binario, il quale scorre parallelamente e al di sopra delle scale. L’esperienza di utilizzo è tutto sommato comoda: ci si siede, si attiva il dispositivo (in genere con un telecomando o mediante pulsantiera) e ci si lascia trasportare fino a destinazione. Ovviamente, l’esperienza non è solo comoda, ma anche sicura, in quanto la poltroncina è dotata di una sorta di cintura di sicurezza.

Il fraintendimento nasce dal fatto che il termine montascale è assegnato anche ai dispositivi a pedana, il cui vero nome è servoscala.

Montascale e servoscala assolvono ai medesimi scopi ma presentano delle implicazioni diverse riguardo l’esperienza d’uso. La presenza della pedana, infatti, rende più agevole l’utilizzo da parte di coloro che sono costretti sulla sedia a rotelle. Di fatti, basta che salgano su, senza doversi spostare dalla sedia a rotelle al dispositivo.

L’impatto dei numero dei piani da percorrere sul costo del montascale

Il montascale è un dispositivo versatile, che può essere utilizzato in molti contesti. Il contesto più frequentemente chiamato in causa è quello residenziale. Il montascale viene spesso e volentieri montato sulle scale all’interno dell’abitazione, che fungono da collegamento tra la zona giorno e la zona notte. Per questo motivo, buona parte dei dispositivi è pensata per percorrere una rampa di scale. Da qui, l’interesse sul costo del montascale per 1 piano “soltanto”.

Tuttavia, il montascale può essere installato anche all’esterno dell’abitazione, ovviamente al chiuso. Il riferimento è ai dispositivi che permettono di aggirare le scale condominiali, necessari laddove manca l’ascensore (eventualità più che probabile, se lo stabile è molto vecchio) o per varie ragioni non può essere utilizzato.

Il ricorso al montascale nei contesti condominiali è sempre più frequente, anche sopperisce all’assenza dell’ascensore. Tra l’altro, la legge permette sempre e comunque a chi ne ha bisogno di installare dispositivi sulle parti comuni, anche contro il parere degli altri condomini. Ovviamente, in questo caso la spesa non potrà essere condivisa. Per maggiori informazioni vi consigliamo questo articolo sui montascale condominiali.

Alla luce di ciò, qual è il costo di un montascale per 1 piano? Il numero di piani incide sui prezzi? La risposta è sì: montascale che servono più piani, infatti, richiedono un lavoro di progettazione diversificato e determinano una fase di installazione più complessa.

In genere, il costo di un montascale per 1 piano è di 3.000-8.000 euro, a seconda della conformazione delle scale. Se sono rettilinee, il costo è inferiore. Se sono curvilinee, il costo aumenta. 

Cosa succede se i piani da percorrere sono tanti

Che succede invece se il montascale deve “coprire” più piani? Tanto per cominciare, costa di più. In media, si dovrebbe calcolare un 10-15% a piano

Tuttavia, va preso in considerazione un aspetto. Se i piani da percorrere sono numerosi, forse il montascale non rappresenta la soluzione più adatta. L’esperienza d’uso, che prevede una semplice seduta, potrebbe rivelarsi scomoda o addirittura ansiogena. Rimanere di fatto sospesi per così tanto tempo potrebbe causare qualche ansia.

Tanto vale fare riferimento ad altre soluzioni. Per esempio, il già citato servoscala, che è dotato di una pedana più larga e quindi più confortevole. O, perché no, le piattaforme elevatrici, che vengono montate all’esterno e sono dotate di un sistema di chiusura, quasi a voler simulare l’esperienza d’uso di un ascensore. 

About giuseppe.briganti