Poltrone per anziani e disabili con sistema alzapersona: quale scegliere

All’apparenza c’è poco da dire sulle poltrone per anziani e disabili con sistema alzapersona. Nel senso che il nome sembra dire già tutto: sono poltrone pensate per categorie fragili o addirittura affette da handicap e che facilitano l’alzata e la seduta. Dispositivi molto utili, in quanto sopperiscono alle difficoltà di sedersi sul divano e di alzarsi, palpabili quando si parla di individui con difficoltà motorie.

L’apparente semplicità del dispositivo rischia di creare qualche fraintendimento. In realtà il mercato si è sviluppato di recente, fino a proporre tecnologie e modelli differenti, i quali si riflettono sull’esperienza d’uso.

In buona sostanza, se non ci si informa sulla poltrona e sulle sue specifiche, si rischia di compiere una scelta sbagliata, di comprare un modello sì utile ma non perfettamente in linea con le proprie esigenze. 

La questione riguarda due macro-tipologie di poltrone alzapersona. Ne parliamo in questo articolo.

Poltrona per anziani e disabili con sistema alzapersona: le due tipologie principali

Sia chiaro, le poltrone per anziani e disabili con sistema alzapersona possono differenziarsi per molti elementi, fino ad arrivare al più piccolo dettaglio. Per esempio, l’estetica: alcune sono eleganti ed esprimono un design ricercato, altre sono più minimal e neutre da questo punto di vista.

La distinzione più importante, e che incide nettamente sull’esperienza d’uso, riguarda però i motori.

In particolare, esistono

  • Poltrone per anziani e disabili con 1 motore 
  • Poltrone per anziani e disabili con 2 motori

Le poltrone con un motore solo garantiscono certamente un’alzata e una seduta più semplice, in quanto movimentano la poltrona stessa, sollevandola e inclinandola. Tuttavia, sono abbastanza limitate per quanto riguarda la reclinabilità. La parte relativa alle gambe ha un giogo ampio, sicché la comodità in posizione seduta è servita. Tuttavia lo stesso non si può dire della parte relativa alla schiena, che si muove… Ma non tanto.

Discorso diverso per le poltrone a due motori. In questo caso, si apprezza una totale reclinabilità anche per la parte “schiena”. In buona sostanza, si può direzionarla centimetro per centimetro, fino a formare un angolo di 180 gradi. Ciò significa che la poltrona si può trasformare in una specie di letto.

In questi casi si parla quindi di poltrona per anziani e disabili a 2 motori alzapersona-relax. Una bella differenza in termini di esperienza d’uso. 

Consigli per scegliere la poltrona alzapersona più adatta

L’unico difetto delle poltrone a due motori è anche quello più prevedibile: costano mediamente di più. Dunque, occorre valutarne l’acquisto alla luce delle reali esigenze. O, per meglio dire, dell’idea che si ha di poltrona, dell’uso che si intende farne. Se per esempio siete abituati alla pennichella, e amate dormire sul divano, le poltrone a due motori fanno per voi proprio perché garantiscono una maggiore reclinabilità

Se pensate invece che questa tipologia di poltrona sia difficile da usare, magari perché più tecnologica, sappiate che non c’è nulla da temere. Il telecomando e, se presente, l’interfaccia a pulsantiera, sono in genere molto fruibili e accessibili. D’altronde, sarebbe un controsenso se delle poltrone pensate per la comodità assoluta risultassero scomode in termini di utilizzo. 

Al di là delle proprie reali esigenze, è comunque necessario guardare a criteri oggettivi, e che riguardano tanto le poltrone a motore unico quanto le poltrone a 2 motori. Su tutti, l’estetica. Le poltrone alzapersone sono da alcuni considerate un presidio medico, ma rimangono un oggetto di arredamento. Dovrebbero quindi essere molto gradevoli alla vista, e ovviamente risultare coerenti con l’esistente. L’effetto “pugno in un occhio” è un rischio tutt’altro che teorico. 

Per evitare di incappare in scelte sbagliate vi consigliamo di rivolgervi al supporto di professionisti che operano da tanti anni nel settore delle poltrone per anziani, come ad esempio Orthomatic con il sito poltroneanziani.com dove troverete tantissimi modelli di poltrone a 1 e 2 motori, pensate per le più svariate esigenze di persone anziane o disabili.

Costi e agevolazioni

I prezzi, per quanto variabili, sono coerenti con la qualità e soprattutto con i vantaggi che il prodotto apporta. Si parla certamente di alcune centinaia di euro, ma spesso si supera il migliaio. Ecco un prospetto breve ma esauriente.

TipologiaPrezzo
Poltrone alzapersona a 1 motore200 – 800 €
Poltrone alzapersona a 2 motori800 – 1600 €

Per quanto riguarda le agevolazioni fiscali, se ne segnalano due.

  • La riduzione dell’IVA, che passa dal 22% al 4%
  • La detrazione IRPEF al 19%

In quest’ultimo caso, è possibile recuperare il 19% della spesa scontandolo dall’IRPEF relativa allo stesso anno in cui l’acquisto è stato finalizzato. 

Tale detrazione può essere fruita direttamente dal disabile/anziano o da un familiare che lo ha a carico dal punto di vista fiscale. 

About giuseppe.briganti