“Assicurazione Casalinghe” contro gli infortuni domestici

Il lavoro della casalinga viene tutt’oggi sottovalutato nonostante sia uno dei più faticosi ed impegnativi,  inizia quando i familiari ancora dormono e finisce la sera quando sono tutti già a letto.

Secondo le ultime ricerche dell’Istat sono quasi 700 mila le persone coinvolte in un incidente domestico nei 3 mesi precedenti alla rilevazione. Tra di esse le categorie maggiormente colpite sono le donne, gli anziani e i bambini. La categoria più a rischio è quella delle donne, infatti sono circa 149 mila ogni 3 mesi le donne che sono vittima di incidenti domestici.

Per tutelarle è importante che anche le casalinghe e i casalinghi di un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, stipulino un’assicurazione obbligatoria.

La polizza assicurativa, in caso di infortunio prevede un indennizzo per un’invalidità permanente, superiore al 27%, mentre in caso di morte viene data ai figli o al coniuge una somma a titolo di rendita che viene misurata sulla base dei modelli di polizza sugli infortuni sul lavoro.

L’assicurazione delle casalinghe consiste nel pagamento di un premio annuale di 12,91 euro che deve essere versato entro il mese di gennaio all’Inail.

La scadenza di fine gennaio resta valida solamente per il rinnovo, per chi invece non l’ha mai sottoscritta può attivarla e pagarla in qualsiasi momento . E’ bene specificare che la polizza risulta valida dal giorno successivo a quello della sottoscrizione.

Modalità di pagamento dell’Assicurazione

La somma dell’assicurazione deve essere pagata tramite un bollettino postare Td 451 relativo al c/c 30621049, intestato naturalmente a Inail Assicurazione Infortuni Domestici – piazzale G. Pastore 6 – 00144 Roma. La cifra va pagata in un’unica volta e può essere detratta fiscalmente.

Per chi ha redditi molto bassi è lo Stato che si prende carico di pagare tale assicurazione, ci riferiamo ad un reddito lordo personale compreso fino a 4648, 11 euro all’anno e un reddito familiare inferiore o pari a 9296,22 euro. In questo caso la persona assicurata dovrà recarsi in una sede locale dell’Inail per effettuare un’autocertificazione.

Se non si è versata in tempo la rata o non si è in regola con la sottoscrizione si può ricorrere a varie soluzioni come:

  • Bollettino precompilato che gli iscritti ricevono ogni anno per posta;
  • Bollettino postale compilato con nome, codice con nome, codice fiscale e anno di competenza di pagamento;
  • Sistema PagoPA ovvero tramite il sistema di pagamento elettronico della Pubblica Amministrazione, che utilizza un codice che consente di pagare l’assicurazione direttamente sul sito dell’Inail o presso alcuni soggetti abilitati (banche, tabaccai).

Visti i dati allarmanti riguardanti gli incidenti domestici negli ultimi anni stipulare un’assicurazione è fondamentale, ma non solo.

È fondamentale applicare dei piccoli accorgimenti per tutelarsi in casa come ad esempio utilizzare calze antiscivolo, fare attenzione quando si ha a che fare con le pentole sul fuoco, se si hanno bambini ricoprire i mobili ad altezza bimbo con dei paraspigoli, utilizzare degli strumenti come i carrelli saliscale per portare su scala carichi pesanti come scatole, sacchi di pellet, legna o borse della spesa.

 

Lascia un commento